L’arte del tè…turco

La “bevanda nazionale turca” è il tè…stupiti?! Eh sì, conosciamo i Turchi come grandi fumatori,  bevitori di un caffè nerissimo e di una densità quasi pari al catrame ed addirittura inventori di un particolare tipo di sanitari… eppure, nessuno mi aveva mai parlato della passione sfrenata di questo popolo per il tè. E non si parla di una tazza qualsiasi di questa bevanda, che per me si collegava naturalmente alla merenda delle cinque di Londra o all’abbuffata di sushi accompagnata da una purificante dose di tè verde giapponese. I turchi non bevono tè, ma çay, una particolare miscela di tè nero non particolarmente aromatica né intensa nel gusto, che qui viene servito in piccoli bicchieri di vetro dalla tipica forma a tulipano e accompagnato da una buona dose di zollette di zucchero. Abbiamo avuto decisamente il sospetto che i veri turchi lo bevano molto zuccherato, dopo che ne abbiamo beccato uno ad immergere la sua manona nella ciotola delle zollette e riversarne una manciata generosa nel suo bicchierino di çay probabilmente nella speranza di non raggiungere il livello di saturazione del tè! Noi “stranieri” l’abbiamo apprezzato amaro o poco zuccherato, scoprendo la sua particolare proprietà dissetante , ma soprattutto rigenerante dopo una giornata di intensa camminata alla scoperta di Istanbul, Konya, Pamukkale e quant’altro!

Quando bere il tè in Turchia? Impossibile rispondere, il çay è sostanzialmente il pretesto migliore per la socializzazione a qualsiasi ora del giorno e probabilmente della notte.  Attorno a questi simpatici bicchierini bollenti si concludono affari, si trascorre un po’ di tempo in compagnia di amici, famigliari o semplicemente ci si concede un quarto d’ora di pausa in uno degli equivalenti turchi dei nostri autogrill lungo le interminabili strade dell’Anatolia… insomma, ogni momento è quello giusto per un buon çay!

Istruzioni per l’uso. Basta desiderarlo intensamente ed ecco che dal nulla, in qualsiasi città o villaggio sperduto nella steppa anatolica vi troverete, apparirà un simpatico omino munito di sgabelli bassi senza schienale, un tavolino altrettanto basso ed un curioso vassoio appositamente pensato per consegnare “a domicilio” i bicchierini di çay fumante. In tempo zero verrà allestito un dehor improvvisato al lato della strada, all’interno di un parco o in prossimità delle tipiche meyane e vi verrà servito un ottimo tè per due lire o giù di lì…sì, perché in Turchia si parla ancora di lire, quasi sempre molto poche per fortuna! Se mentre gusterete il vostro delizioso çay, vi capiterà di chiedervi da dove provenga la miracolosa bevanda che state assaporando… beh, sappiate che io non ho trovato risposta: da dove spunta l’omino del tè e dove lo produca è rimasto un mistero irrisolto!

IMG_20140910_140314
Tè turco… a casa!

Dopo due intense settimane di peregrinazioni in terra turca e di innumerevoli bicchierini di tè, da bravi viaggiatori prima del ritorno non possiamo evitare di portarne con noi una cospicua quantità per cercare di riprodurre, anche a casa, questo rito turco… beh, inutile dirlo: non è mai la stessa cosa. Sarà che mancano i bicchierini a tulipano (li ho comprati, ma sono troppo carini per usarli subito…), sarà che le brezze del Bosforo non arrivano fino a qui, sarà che la poltrona di casa è molto più comoda degli sgabellini bassi di Istanbul, ma il vero çay non è esportabile!

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...