#top chart: Le spiagge del Salento _ part 2

Dove ero rimasta?! Spiagge, mare, meraviglia su meraviglia… giusto, parlavamo di Salento. Ecco la nostra top five!

#5 Punta della Suina, Gallipoli (LE) 

Beh, con questa entriamo direttamente nel Paradiso delle spiagge salentine. Punta della Suina troneggia all’estremità opposta del Golfo di Gallipoli, immersa nell’oasi naturale di Punta Pizzo. Vi si arriva dopo aver lasciato l’auto in un parcheggio organizzato un po’ più caro della media fin qui riscontrata ed una passeggiata attraverso la pineta. Il colpo d’occhio è di quelli indimenticabili: spiaggia bianca, qualche roccia qua e là, un mare di tutte le tonalità del blu e dell’azzurro e sullo sfondo lo skyline di Gallipoli con “l’isola” della città vecchia. Noi abbiamo trovato un mare un po’ agitato, qualche onda di troppo che non ci ha permesso di osservare il fondo… ma sicuramente molto divertente.

#4 San Vito, Polignano a Mare (BA)

Ok, non siamo in Salento… ma questo borgo di pescatori dominato da un’affascinante basilica benedettina affacciata direttamente sul mare merita sicuramente uno sconfinamento. Soprattutto se organizzate una imprescindibile gita ad Ostuni, città bianca unica ed accecante! Appena più a nord di Polignano, San Vito offre una singolare spiaggia di sabbia dorata all’ombra dell’antica torre saracena veramente suggestiva. Qui la roccia della costa è stata modellata nel passato per creare una serie di vasche di grandezze e profondità differenti, utilizzate come peschiera per l’allevamento delle anguille. Il risultato è un piccolo impianto termale con piscine d’acqua calda e limpida, da esplorare spostandosi sa una vasca all’altra… rigorosamente con le scarpette.

#3 Roca Vecchia, Rocca Vecchia (LE)

Poche volte vi capiterà di fare il bagno all’interno di un vero e proprio sito archeologico…beh, in Salento questo è possibile. Non c’è solo, infatti, una zona archeologica risalente all’età del bronzo, ma l’intera scogliera che la circonda non è altro che parte del sistema di fortificazione dell’antico villaggio. La roccia calcarea è stata scavata e modellata a formare delle scale e delle terrazze sul mare, al quale è possibile accedere solo con dei coraggiosissimi tuffi! Per fortuna in alcuni punti la durezza della roccia è interrotta da insenature di sabbia bianca che permettono di godere di un mare azzurro e limpido come pochi altri. Per rendere l’esperienza davvero completa non può mancare una visita alla Grotta di Posia, o della Poesia, raggiungibile a piedi ed imperdibile per chi ama il brivido del lancio nel vuoto!

#2 Punta Prosciutto, Porto Cesareo (LE)

Semplicemente… mozzafiato! Qui sì che troviamo la sabbia bianca, l’acqua cristallina e l’atmosfera dei Caraibi!! La località poco più a nord di Porto Cesareo offre anche la possibilità di scelta tra la spiaggia principale, davvero molto affollata, ed una baia più piccola ed intima dove noi ci siamo goduti davvero appieno la tranquillità di questo angolino di Paradiso. Il mare è probabilmente il più bello mai visto e la pace di Punta Prosciutto rimangono, per me, il prototipo della vacanza perfetta.

#1 Porto selvaggio, Nardò (LE)

Per non farsi mancare proprio nulla, il Salento offre anche la possibilità di un bagno all’interno del Parco naturale regionale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano. Una vera e propria oasi naturale, prima di raggiungere il mare preparatevi ad una bella passeggiata (circa 10 minuti, 15 al ritorno quando sarete affaticati dal sole e soprattutto dalle rampe del sentiero!) nella pineta, ma ne vale sicuramente la pena. Innanzitutto perché qui ci si dimentica completamente del resto del mondo, nessun rumore all’infuori di quelli della natura… beh, anche di qualche schiamazzo dei turisti! La baia di acqua blu è perfettamente incorniciata dalle rocce erose e dal verde intenso della pineta. Un consiglio spassionato: veniteci la mattina, possibilmente prima dell’arrivo della massa di bagnanti chiassosi… godrete al meglio di questa perla naturalistica!

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...