#top chart: I nostri fiordi norvegesi

In 10 giorni a zonzo nella magnifica Norvegia di fiordi ne abbiamo visti decisamente tanti… così tanti da aver perso qualsiasi riferimento spazio temporale! Una volta tornati, spulciando le fotografie abbiamo pian piano ripercorso il nostro itinerario ed è stato impossibile resistere alla tentazione di stilare una bella #topchart dei fiordi più belli attraversati…eccola!

Innanzitutto alcune importanti precisazioni:

  • un fiordo altro non è che un braccio di mare particolarmente invadente! Ai tempi delle glaciazioni, l’attività erosiva dei ghiacci e dell’acqua ha plasmato il territorio norvegese scavando profondissime e a volte molto strette valli, che in seguito allo scioglimento dei ghiacciai sono state invase dal mare, definendo una line costiera estremamente frastagliata e frammentata in una miriade di isole, isolette e scogli. Molti di questi fiordi sono proprio caratterizzati da ripide pareti rocciose a strapiombo sul mare, dalle quali si tuffano spettacolari cascate provenienti dai laghi che giacciono proprio là, sopra la tua testa!!
  • la costa norvegese per tutta la sua lunghezza è caratterizzata dalla continua presenza di fiordi, sebbene la regione più caratteristica corrisponde alla porzione centro meridionale del Paese, tra Stavanger e Trondheim, dove si trovano le insenature più famose e spettacolari. Nonostante ciò, anche più a nord si può apprezzare la tipica formazione del fiordo, sebbene sia spesso caratterizzato da pareti rocciose meno alte e ripide, a favore di un paesaggio più uniforme.
  • il modo migliore per ammirare un fiordo è sicuramente dall’alto. Il colpo d’occhio che avrete vale tutto… Costeggiare, infatti, un fiordo alla quota del mare potrà togliervi quella sensazione di meraviglia perché vi darà più l’impressione di affiancare un lago o un fiume: una sensazione decisamente più conosciuta. Un altro modo ottimale per apprezzare l’unicità di questi paesaggi è sicuramente la traversata in traghetto: tagliando a metà il fiordo godrete di un’ottima vista sia verso lo sbocco a mare che verso la testa del fiordo, là tra le montagne.
    Infine, contribuirà moltissimo alla vostra percezione di meraviglia il punto geografico in cui “incontrerete” il fiordo. La condizione più spettacolare è sicuramente quella più all’interno, dove l’insenatura è più stretta e le pareti rocciose più ripide: lì sentirete davvero la “forza” di questo territorio. Attraversare un fiordo in prossimità del suo sbocco nel mare vi lascerà leggermente meno colpiti, ma non fatevi condizionare… un fiordo merita, sempre!

NOTA BENE: in questa classifica non troverete fiordi della regione meridionale, a sud di Bergen, dove si trova per esempio il famosissimo Preikstolen -il pulpito-. Vi state chiedendo perché?! Semplicemente per esigenze di itinerario -e vi ricordo che abbiamo percorso 6.500km in 13 giorni- abbiamo dovuto rinunciare ad esplorare questa regione, che proprio per la sua ricchezza di meraviglie avrebbe richiesto più tempo e ben più attenzione!
Chiaramente si spera sempre di poterci tornare per completare la classifica anche con i fiordi del sud!!

#7 Sognefjord

C.V.D….come volevasi dimostrare, se attraversi un fiordo troppo vicino al mare ti convince di meno! Il Sognefjord è il fiordo più lungo della Norvegia e si trova un centinaio di chilometri più a nord di Bergen. Noi l’abbiamo attraversato percorrendo la E39 in direzione Ålesund, prendendo il traghetto da Ytre Oppedal a Lavik. Il vero e proprio gioiello di questo fiordo si trova centinaia di km più all’interno, nelle prossimità di Flam: il Nærøyfjord è uno dei suoi bracci più stretti e spettacolari, non a caso protetto dall’UNESCO. Non potendoci spingere fino a lì, abbiamo apprezzato la maestosità di questo tratto di fiordo molto ampio, ma soprattutto abbiamo goduto ogni singolo istante del nostro primo viaggio in traghetto, nonostante il tempo un po’ inclemente!!!

#6 Trondheimsfjord

L’insenatura che fronteggia la città di Trondheim e dalla quale prende il nome è talmente imponente che vi sembrerà di essere in riva all’oceano. Si tratta del terzo fiordo della Norvegia e forma al suo interno come un vero e proprio golfo sul quale si affacciano molte cittadine di discrete dimensioni. Qui non potrete ammirare le ripidi pareti rocciose dei fiordi meridionali, ma il blu intenso del mare e la luce così cristallina del nord vi conquisteranno sicuramente. Proprio in riva a questo fiordo dal nostro campeggio, guardando verso il mare aperto ho ammirato uno dei tramonti norvegesi più suggestivi.

#5 Melfjorden (Circolo Polare Artico)

Rimarrà per sempre nei miei ricordi perché a bordo del traghetto che lo attraversa, tra Kilboghavn e Jetvik, abbiamo finalmente attraversato il Circolo Polare Artico!!! Questo piccolo fiordo si trova lungo la leggendaria Helgelandskysten, la strada turistica per eccellenza che percorre oltre 400km del tratto di costa più stupefacente della Norvegia. Qui non si è più in grado di distinguere quale sia la terra ferma e quali gli isolotti rocciosi, si parla di addirittura più di 14000 isole e scogli sparsi al largo della regione del Nordland! La vista si perde tra le cime aguzze di questi pezzettini di terra, che sembra siano stati gettati qua e là obbligandoci ad un vero e proprio slalom, sospesi tra terra e acqua. E poi, all’improvviso, sulla destra compare un incastellatura metallica sormontata da un mappamondo… ci siamo, eccoci oltre il Circolo!!

#4 Lyngenfjord

Sicuramente il più settentrionale dei fiordi norvegesi principali, il Lyngenfjord si trova 100 km oltre Tromsø, percorrendo la Strada Artica verso Capo Nord. Dopo qualche giorno di “fiordi non stop”, non pensi di poterti stupire più… ed invece, le altissime vette innevate ed i ghiaccai delle Lyngen Alpen che delimitano questa insenatura sconvolgono tutti i tuoi piani! Qui, così a nord, si respira un’aria quasi rarefatta, una calma quasi irreale e, manco a dirlo, il riflesso della natura nelle acque pacifiche del fiordo rimane un’istantanea indelebile nella nostra memoria.

#3 Hardangerfjord

Il primo…fiordo non si scorda mai!!! Niente di più vero, l’Hardangerfjord è stato in assoluto il nostro primo approccio con la terra dei fiordi, al termine dell’esplorazione dell’Hardangervidda, l’altopiano più vasto di Norvegia, dal quale lungo una ripidissima discesa siamo approdati al mare, proprio alla cima di questa insenatura. Il tempo era un po’ minaccioso e soprattutto tirava un vento dispettoso, che ci ha costretti ad una lunga coda per attraversare il ponte, inizialmente chiuso… insomma, una bella avventura che ci aveva fatto temere molto per tutti i fiordi successivi, ma ha sicuramente contribuito al ricordo indelebile del nostro primo fiordo: pareti di roccia e cascate in ripetizione, ma soprattutto tanta tanta meraviglia.

#2 Geirangerfjord

In assoluto il fiordo più famoso di Norvegia, lo troverete su tutti i dépliant delle agenzie di viaggio che vi proporranno crociere ed escursioni… e beh, forse è proprio per questo motivo che si è giocato la prima posizione!! Sì, perché diciamolo: è un posto incredibile, meraviglioso, stupefacente…e tutti gli aggettivi che vi verranno in mente. Il Gerirangerfjord è un’insenatura molto stretta, delimitata da pareti a strapiombo nel mare e imponenti cascate, e costituisce un braccio secondario dello Storfjord  che porta ad Ålesund. La navigazione in traghetto tra Geiranger e Hellesylt deve essere un’esperienza unica nella vita, che noi per esigenze di itinerario non abbiamo potuto sperimentare. Vi assicuro, però, che anche solo percorrere la Strada turistica nazionale che scende dall’altopiano di Djupvatnet a Geiranger e gli 11 tornanti della Strada dell’Aquila che da Geiranger risale fino al punto panoramico di Ørnesvingen vi regalerà un’ora di pura gioia. Fermatevi ovunque ve lo consentirà la massa di turisti sbarcati dalla gigantesca crociera ancorata di fronte al minuscolo villaggio di Geiranger e fotografate tutto, perché quello che state osservando è a dir poco unico!

#1 Innvikfjorden -Nordfjord

Il primato della classifica se lo aggiudica lo stupore! Sì, perché il Nordfjord era stato abbastanza snobbato dalle mie letture pre-partenza, sembrava dover essere solo una tappa intermedia tra Bergen e il mitico Geirangerfjord. In realtà, percorrendo la strada secondaria che da Birkjelo conduce a Utvik superando un vero e proprio passo, l’Innvikfjorden, uno dei bracci più interni del Nordfjord, è stato un vero e proprio pugno nello stomaco. La vista dall’alto di questa stretta insenatura ulteriormente ramificata in lingue di mare che si spingono all’interno del territorio montuoso e di tutti i villaggi colorati che in essa si riflettono rimarrà impressa in modo indelebile nella nostra mente. Proprio lì, in una delle aree di sosta lungo quella strada, fermi a contemplare lo spettacolo di questa natura abbiamo trovato il senso profondo del nostro viaggio e quell’emozione, che nessuna foto potrà mai trasmettere, è stato il più bel souvenir possibile!
Per amor di completezza, non fermatevi alla vista dall’alto… l’Innvikfjorden è meraviglioso anche percorrendo la strada costiera che attraversa i villaggi di Innvik, Olden, Loen e Stryn: da qui potrete apprezzare i perfetti riflessi del paesaggio nell’acqua e sentirvi realmente immersi nella natura norvegese.

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

One thought on “#top chart: I nostri fiordi norvegesi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...