17. Dicembre _ Natale around the world…

Ci siamo quasi ormai, Natale si sta avvicinando…a che punto siete con i preparativi?! Addobbi, regali, menù…
Per me Natale è sinonimo di famiglia, un bel pranzo tutti insieme, qualche dolce e regalo per dirsi ancora una volta che è proprio bello stare insieme… L’atmosfera di solito è sempre più o meno la stessa: freddino fuori, qualche volta anche la neve, stufa o camino acceso in casa, lucine e addobbi in bella vista!

Ma il Natale non è così per tutti… come lo si festeggia in giro per il mondo?! Ok, in Europa e in Nord America più o meno la storia non cambia, le tradizioni si sono abbastanza diffuse e pur mantenendo qualche particolarità, per esempio nei dolci e nelle portate tipiche o nei riti natalizi, se dovessi parlare di Natale con un canadese, un finlandese o un portoghese penso che ci capiremmo benissimo!

E in Asia, nell’emisfero boreale dove a Natale è piena estate che succede?!

NATALE IN SUD AMERICA

Beh, innanzitutto lì è estate…e direi che non è un dettaglio insignificante! Quindi niente neve, ma anche un altro simbolo del Natale non risponde all’appello: l’abete, tradizionalmente usato per l’Albero di Natale, non è assolutamente diffuso nei paesi sud americani; ha molto più successo il Presepe, quindi.
Nei paesi di tradizione ispanica, i bambini ricevono i doni non il 25 dicembre, bensì il 6 gennaio, sebbene ormai anche questa tradizione stia diventando più debole. In Messico, il giorno di Natale viene organizzato il divertente gioco della “pinata”simile alla nostra “pignatta”: i bambini devono colpire con un bastone dei contenitori in terracotta molto colorati per farne fuoriuscire il contenuto!
In Brasile si concentrano influenze e culture molto variegate: anche il Natale assume i tratti divertenti e giocosi di altre feste, con spettacoli di fuochi d’artificio, sfilate ed effetti speciali.

NATALE IN ASIA

Nel continente asiatico il Natale viene festeggiato come ricorrenza religiosa principalmente nei paesi con una forte presenza di comunità cristiane, come le Filippine, la Corea del Sud e il Vietnam, mentre altri Paesi, influenzati dallo stile di vita americano, ne hanno assorbito esclusivamente lo spirito commerciale.
Le celebrazioni religiose non si discostano molto da quelle tradizionali europee: in molti casi la Messa di Mezzanotte diventa l’occasione per i Battesimi. Il giorno di Natale ci si ritrova per il tradizionale pranzo e scambio di regali.
Nei Paesi in forte sviluppo come la Cina e Singapore prevalgono gli aspetti commerciali della festa natalizia: sarà molto facile osservare nelle principali città i tradizionali addobbi e tantissimi Babbo Natale. I bambini cinesi sono soliti preparare l'”albero di luce”, l’equivalente del nostro Albero di Natale addobbato con le tradizionali lanterne cinesi.
In Giappone Il Natale non è festa nazionale e la versione giapponese di Babbo Natale è Hotei-osho, un monaco Buddista. Durante il periodo natalizio i giapponesi sono soliti decorare le loro case con piante sempre verdi.

NATALE IN AFRICA

La presenza cristiana è notevolmente diffusa in tutta l’Africa e pertanto il Natale è una festa sentita in moltissimi di questi Paesi, sebbene con riti e tradizioni diverse vista la vastità del continente africano. Inoltre, in Africa il Natale coincide con il termine della raccolta del cacao e in molti Stati viene festeggiato il 7 Gennaio, in accordo con il calendario della Chiesa Ortodossa Copta.
Anche qui si deve rinunciare al tradizionale abete, ma speso vengono addobbate le ben più diffuse palme, come in Liberia! In Sud Africa, dove le tradizioni occidentali hanno avuto più spazio, si ritrovano molti dei tratti distintivi del periodo natalizio “all’occidentale”.
La questione climatica, anche in Africa è estate a Natale, fa sì che il pranzo venga consumato all’aperto, magari in spiaggia. Lo spirito natalizio anche qui non cambia: l’importante è stare insieme e condividere con gioia quello che si ha.

NATALE IN OCEANIA

Ancora una volta si parla di Natale estivo!
In Australia, dove i festeggiamenti natalizi sono arrivati con i coloni inglesi, la tradizione vuole che il pranzo venga consumato in spiaggia, in genere a base di barbecue di pesce. Gli addobbi sono spesso realizzati con mazzi di Christmas bush, arbusti locali dalle foglie verdi e fiori rossi.
E con un po’ di attenzione è possibile scorgere Babbo Natale a bordo del suo… surf!!!

 


Le immagini sono state tratte da internet e pertanto considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email, saranno immediatamente rimosse.

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...