19. Dicembre_ Best in Italy 2015

Tempo di ultime settimane dell’anno… tempo di Natale, feste, bilanci e… CLASSIFICHE!!
Di tutti i tipi, dal bacio più romantico del 2015, il vestito da sposa più bello, l’evento sportivo clou, l’avvenimento più sensazionale, quello più strano e quello più imbarazzante… qualsiasi mezzo di comunicazione comincia a bombardarci di milioni di classifiche, molte delle quali dalla dubbia utilità direi!

Ormai sapete della mia passione per le #topchart e quindi… come potevo esimermi?! Per di più anche in tema viaggi abbondano le classifiche sulle destinazioni migliori del 2015, migliori spiagge, musei, e chi più ne ha più ne metta… cominciano già a comparire anche quelle a tema 2016, insomma, è ora di tirare le fila di questo anno in viaggio… e questa volta con una classifica esclusivamente dedicata alle mete in Italia!

Ecco, quindi, la Best in Italy 2015 by Posto Finestrino!!

Alla quinta posizione della #topchart, una vera sorpresa del mio 2015: Sirmione e il Lago di Garda!
Come vi ho raccontato qui, il lago in generale non era una delle mie mete preferite fino a qualche anno fa, mi metteva tristezza! Poi con il tempo questa sensazione è passata… e cosa dire, a due passi da casa il Lago di Garda ha davvero molto da offrire: borghi e cittadine molto caratteristici, paesaggi e ambiti naturalistici davvero di valore e moltissime attività per trascorrere delle ottime vacanze!

Sirmione, in particolare, è davvero un gioiellino. Il borgo medievale è ancora cinto dalle mura e la fortezza che domina l’ingresso al centro storico è perfettamente conservata e visitabile. Una volta varcata la porta di ingresso, strette stradine colme di adorabili botteghe artigiane vi condurranno verso la punta della penisola nel mezzo del Lago di Garda dove potrete scegliere tra una visita culturale alle Grotte di Catullo, i resti di una villa romana, oppure concedervi un pomeriggio di relax e benessere alle Terme di Sirmione, note per le proprietà dell’acqua termale locale.

Altrettanto vicina e forse non sufficientemente nota come meriterebbe, il quarto posto è occupato dalla Valchiavenna, costola della Valtellina situata proprio in corrispondenza della punta del Lago di Como.
Alte vette fanno da cornice a un fondovalle estremamente rilassante e piacevole, vasti prati si alternano ai paesi di dimensioni sempre contenute, fino a Chiavenna, capoluogo della valle e meraviglioso villaggio dalla storia molto antica, di cui vi ho già raccontato qui…

Non mi dilungherò ancora una volta a raccontarvi dei moltissimi motivi per visitare questa valle, dalla bellezza paesaggistica e dei centri urbani, alla bontà della cucina locale, dalla bresaola agli eccellenti vini… vi ricorderò solo che un motivo in più per farci una capatina potrebbe essere quello di provare i tradizionalissimi pizzoccheri bianchi della Valchiavenna, fatti a gnocco ma davvero goduriosi e buonissimi!

Ancora meno strada per scoprire la terza posizione di questo podio, per la serie “a volte non bisogna andare lontano per viaggiare!” La mia città, Bergamo, si merita tutta questa medaglia di bronzo, grazie al fascino della medievale Città Alta, dei gioielli architettonici come la Basilica di Santa Maria Maggiore o la Cappella Colleoni, grazie alla vitalità del centro della “Città bassa” e perché  no, anche della cucina locale, che non è per niente male!

Come vi avevo raccontato, io quest’anno l’ho davvero apprezzata in occasione della manifestazione “I Maestri del Paesaggio”, evento focalizzato sull’architettura del paesaggio che si svolge a Bergamo ogni anno nel mese di settembre: gli eventi organizzati sono moltissimi e di diversa natura, ma sicuramente il mio preferito è l’allestimento degli spazi e delle piazze della Città Alta a tema paesaggio e natura. Quest’anno è stato ricostruito un ambiente rurale davvero accogliente e piacevole… chi l’avrebbe mai detto che in Piazza Vecchia sarebbero cresciuti pomodori, melanzane ed insalata?!

Ah, e visto che molti di voi per i vostri viaggi ormai scelgono di default l’aeroporto di Orio al Serio, cosa ne dite di programmare un giorno in più per visitare questa bellissima città?! Dall’aeroporto l’autobus n° 1 vi porterà dritti dritti in Città Alta!

Al secondo posto un’ottima meta per la classica gita fuori porta, ed in effetti noi ci siamo stati proprio a Pasquetta: Vicenza, una delle principali città venete, a metà strada tra Verona e Venezia.
Inutile dire che si parla di una città con una storia antichissima e molto ricca, ma soprattutto non si può dimenticare che Vicenza è la patria di Andrea Palladio, il più grande architetto del tardo rinascimento italiano, il cui stile ebbe enorme successo nella definizione del neoclassicismo anche oltreoceano! Molti dei palazzi e delle costruzioni più eleganti del centro storico della città veneta sono opera proprio di questo architetto e tra tutte spicca la Basilica, nella piazza principale. Non stiamo parlando di una chiesa, ma dell’edificio più importante nella vita civile della città in epoca rinascimentale, dove cioè si svolgevano le riunioni del consiglio cittadino e anche le principali manifestazioni pubbliche. La costruzione ad archi ospitava, inoltre, al piano terra le botteghe del mercato cittadino… diventando quindi il vero cuore pulsante della città.

L’intero centro storico è davvero grazioso, contenuto delle mura storiche e punteggiato di eleganti palazzi rinascimentali. Una visita la merita senza dubbio il Teatro Olimpico, opera anch’esso di Palladio, una vera e propria chicca! E se lo stile di questo maestro dell’architettura vi affascina, potrete poi concedervi un tour nelle campagne e sulle colline attorno alla città, dove troverete moltissime ville nobiliari realizzate da Palladio e che rappresentano i veri gioielli della sua produzione!

Ah, prima di lasciare Vicenza non potete non cedere ad un aperitivo a base di un autentico spritz ed una cena in uno dei ristoranti che propongono il tradizionale Baccalà alla vicentina, preparato secondo le regole dell’Accademia! Davvero una goduria…

Al primo posto non potevo non mettere uno dei miei luoghi del cuore, uno dei posti al mondo in cui ti senti sempre a casa, dove torni proprio per ritrovare quella sensazione di accoglienza e “nido”. Questo per me è la Liguria e soprattutto Chiavari, una cittadina che sorge nel bel mezzo del Golfo del Tigullio ad ugual distanza da Portofino e Sestri Levante.
Lo ammetto, il mio legame a questo luogo va oltre qualsiasi considerazione oggettiva, è sicuramente in gran parte dovuto al fatto che io lì ci sono cresciuta, ci ho passato tutte le sante estati e questo fa sì che un posto ti entri nelle vene, diventa letteralmente parte di te… senti costantemente il richiamo ed il bisogno di tornarci!

Al di là di tutto questo però, Chiavari è davvero una bella soluzione: c’è il mare e molte spiagge adatte a tutti i gusti, chiaramente nello standard ligure, non aspettatevi le distese super attrezzate della riviera romagnola, ma troverete anche un centro cittadino molto grazioso e vitale, con i classici portici che qui chiamano carugi e molti negozi per dell’ottimo shopping e molti ristoranti per assaggiare la cucina locale, che merita davvero, dalla focaccia, la farinata, il pesce ma anche la carne e i deliziosi primi di pasta!!

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

2 thoughts on “19. Dicembre_ Best in Italy 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...