Prossima fermata: Polonia

E rieccomi!! Un po’ della serie “riemersa” da questi giorni di feste, pranzi, cene, famiglie e finalmente un po’ di atmosfera rilassata e festosa… sì, lo ammetto io amo molto il Natale e questo periodo dell’anno, mettiamo poi che finalmente siamo sul punto di partire nuovamente!!!

Il count-down sulla home segna ormai -1!! Domani si parte, come vi avevo anticipato qui, per la… Polonia!
Sarà un viaggetto breve, solo 5 giorni, ma ormai è tradizione per noi inaugurare il nuovo anno con una fuga, seppur breve, che ricaricherà sicuramente tutta la nostra curiosità e quindi anche le pile di tutti i giorni.
Partiamo domani mattina dall’aeroporto di Orio al Serio, Bergamo, alla volta di Varsavia…. ma sarà un incontro solo sfiorato, perché una volta noleggiata la macchina punteremo subito a sud per una tre giorni intensa in una delle città europee più eleganti, ma anche sottovalutata: Cracovia! Quando cominci a pensare ad un viaggio in Polonia metti da subito in conto molte cose: da un lato c’è la curiosità per una meta che, diciamocelo, non figura ai primi posti di molte destinazioni da sogno; dall’altro c’è la consapevolezza di andare ad incontrare un Paese con una storia davvero ingombrante, a tratti spaventosa…

E penso che Cracovia sarà un bel concentrato di tutto questo! Il centro storico, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, deve essere davvero di rara bellezza, casette colorate e atmosfera da fiaba dei fratelli Grimm; le strette viuzze del quartiere ebraico, Kazimierz, risveglieranno invece i ricordi di una pagina davvero triste e drammatica di questo Paese, che all’inizio della II Guerra Mondiale era quello con la popolazione ebraica più numerosa in tutta Europa.
A soli 50 km dalla città, poi, ci aspetterà un’esperienza che faccio realmente fatica a descrivere: la visita ai campi di sterminio di Auschwitz-Birkenau… non so come reagirò, ve lo racconterò sicuramente, ma sicuramente sono felice di poter vivere questa esperienza: la coscienza e la conoscenza ci rendono, sempre, persone migliori.

Alle porte di Cracovia, poi, visiteremo la miniera di sale di Wieliczka: un capolavoro della natura, un profondissimo bacino di sale inserito anch’esso nei siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO, unito alla tecnica dell’uomo che ha saputo scavare migliaia di gallerie, sale sotterranee ed addirittura una chiesa interamente in sale!

Lasciata Cracovia, via Santuario della Madonna Nera di Częstochowa, torneremo a Varsavia, perché non si potrebbe tornare a casa senza farci almeno un giretto… non ho molte aspettative su questa città, ho sentito pareri discordanti: speriamo riesca a sorprendermi!!

Beh, ora basta però, accontentatevi di questa veloce traccia dell’itinerario… chiaramente ve lo racconterò per bene a pierogi assaggiati e pochissimi zloty spesi! Chiaramente non vi lascerò senza informazioni da terra polacca: seguitemi sulla pagina facebook di Posto finestrino e su Instagram con l’hastag #PolskaTrip, sono in arrivo le ormai di rito #unafotoalgiorno… A presto!

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...