#sapevateche: nella capitale mondiale del profumo

Nuovo appuntamento con la rubrica mensile #sapevateche, di cui vi avevo parlato qui ovvero, una volta al mese dedicherò un articolo ad una curiosità, più o meno sconosciuta, portata a casa da qualche viaggio! Proprio perché viaggiamo soprattutto per conoscere un pezzettino di mondo in più… beh, come si fa a non tornare da un viaggio con qualche aneddoto-rivelazione da raccontare a chiunque si dimostri interessato?!

In questi giorni molto incerti di febbraio, dove un giorno piove tira vento e fa un freddo incredibile e quello successivo invece splende un tiepido sole in un cielo azzurro e sembra già di sentire il cinguettio degli uccellini in amore, beh in questi giorni io comincio a sentire già il profumo della primavera, quello dei primi fiori che sbocciano, delle giornate che lentamente si allungano, delle passeggiate domenicali… e se queste sono le premesse, non potevo non dedicare questo #sapevateche ad uno dei posti più incantevoli proprio in quella stagione lì: la Provenza!
Ok, starete pensando che adesso vi parlerò della lavanda e dei bellissimi paesaggi avvolti in tutte le sfumature dell’azzurro… ebbene, no, sarebbe stato troppo facile! Eppure i fiori centrano, soprattutto il loro profumo!

provenza_t1pym.T0

A soli 20 km da Cannes, nell’entroterra della Costa Azzura arci-nota per il suo mare e la vita mondana, abbarbicato sulle Prealpi marittime francesi si trova Grasse, un villaggio estremamente caratteristico e romantico già di per sé, ma la sua vera particolarità è un’altra.
Fin dal XIV secolo l’economia locale si basa sulla sapiente gestione delle eccellenti materie prime locali, i fiori, e la loro trasformazione in beni estremamente ricercati quanto effimeri e volatili, i profumi, rendendo questo piccolo centro della Francia meridionale la capitale mondiale del profumo!! Certo, il tutto è stato fortemente favorito dal fatto che la coltivazione dei fiori rappresenta la principale attività del territorio circostante e che, proprio qui, sono state selezionate alcune delle specie più pregiate ed adatte per l’azienda profumiera: pensate che il gelsomino di Grasse è uno degli ingredienti più importanti di una delle essenze più famose al mondo, il super-chic Chanel n°5!

Inizialmente furono i guantai ad interessarsi alle essenze floreali assecondando la moda dell’epoca introdotta da Caterina de Medici di indossare guanti profumati, distinguendosi così dai conciatori e trasformandosi in guantai-profumieri; progressivamente l’industria legata al profumo divenne sempre più importante allargandosi alla produzione di saponi, cosmetici ed aromi alimentari. Oggi a Grasse, nelle oltre 40 parfumeries della città affluiscono i più esperti “nasi”, ovvero i maestri profumieri in grado con una sola annusata di distinguere fino a 6000 odori e poi combinarli per dar vita alle essenze più uniche e piacevoli.

Inutile dire di quanto sia complessa, specializzata e rara questa figura professionale, un “naso” deve essere dotato di una formidabile memoria olfattiva sempre formata attraverso corsi specifici, molti dei quali si svolgono proprio in Francia… E se, come me, non avete idea di quanti e quali odori riusciate ad identificare, a Grasse potrete mettere alla prova il vostro olfatto: tre delle principali parfumeries della città, Fragonard, Galimard e Molinard, potrete non solo visitare la fabbrica-museo, spesso con una visita guidata anche in italiano, scoprendo così tutte le fasi di produzione del profumo, dall’estrazione alla distillazione, ma addirittura farvi “creare” una vostra essenza personale.

La Fragonard Maison, la fabbrica-museo da noi scelta, vi offrirà a titolo gratuito un’interessantissima visita attraverso i tre livelli della sede storica, proprio in centro al paese e con un bellissimo terrazzo affacciato sulla pianura fiorita. Potrete così osservare gli strumenti utilizzati nei secoli per l’estrazione dell’essenza direttamente dai fiori e scoprire le differenti tecniche che consentono di trasformare in profumo liquido la volatile profumazione! Un’esperienza davvero affascinante…

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

2 thoughts on “#sapevateche: nella capitale mondiale del profumo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...