Il Muro di Berlino: cosa leggere e guardare

Viaggiare, per me, è sempre occasione di scoprire, scovare storie e aneddoti legati ai luoghi visitati, conoscere tradizioni e curiosità locali… amo soprattutto arricchire l’esperienza del viaggio attraverso libri, musica e film inerenti: trovo che siano un mezzo meraviglioso per prepararsi alla partenze e non perdersi nulla durante il viaggio.
Diciamo che solitamente, una volta scelta la meta, comincia la fase di ricerca di romanzi, tracce musicali e quant’altro per completare il quadro di partenza… Altre volte, invece, sono proprio i libri, le storie ascoltate da qualche parte o dei film a far nascere la curiosità e l’ispirazione per un viaggio.

Berlino per me ha sempre rappresentato una meta dal fascino ineguagliabile. Sarà forse che per chi, come me, è cresciuto negli anni ’90 la sua storia di città che fino a pochi anni prima era letteralmente divisa in due e solo dopo la sua riunificazione ha potuto ritornare ad essere capitale, da sempre descritta come città più giovane d’Europa, all’avanguardia sotto tutti i punti di vista… insomma, Berlino è sempre stata tra i primi posti della mia lista di travel dreams!
Il suo fascino è, inoltre, sicuramente dovuto alla ricchezza della sua storia: se il resto del mondo ha vissuto 1 vita, Berlino almeno 3… ha cambiato completamente volto nel giro di meno di un secolo, essendo la scena principale del terribile spettacolo delle Guerre Mondiali prima e della Guerra Fredda poi!

Per parlare della sua storia si dovrebbe iniziare la stesura di una vera e propria enciclopedia, ma anche raccogliere titoli di libri e film sullo stesso argomento vorrebbe dire compilare un elenco quasi infinito… Ho scelto allora di concentrarmi su un particolare momento per Berlino, quello che per me è sempre stato più affascinante e sconvolgente: quando Berlino erano 2!
La costruzione del Muro non solo ha diviso la città nello spazio, ma ha soprattutto creato una voragine culturale, ideologica e intellettuale: Berlino ovest, isola libera e democratica dispersa nel mare della “Germania sovietica” e Berlino est, utopica incarnazione di una Nazione, la DDR, in fuga dal capitalismo ma avvinghiato nella paura e nel controllo ossessivo di tutti i suoi abitanti. Non si possono immaginare mondi più diversi e lontani, ma in realtà divisi sono da un doppio muro in cemento!

IL MURO DI BERLINO: FILM

Ve ne propongo 3, affrontano tutti la questione della città divisa e soprattutto della vita a Berlino est… ma con tre punti di vista e voci molto diverse!

  • Le vite degli altri – Das Leben der Anderen –, 2006

Cominciamo dal tono più drammatico, dal racconto più crudo e severo: il film si concentra sul ruolo della polizia segreta della Germania est, la Stasi, emanazione diretta di quell’angosciosa necessità di controllo da parte del governo filo-sovietico. La popolazione di Berlino e della Germania est si divideva in due gruppi: chi veniva controllato, e spesso bastava davvero niente per finire sotto la lente della Stasi, e chi controllava, ovvero chi veniva “ingaggiato” dalla polizia segreta per diventarne informatore, spesso sotto ricatto e obbligato a sorvegliare i propri stessi famigliari e amici.
Al centro dell’attenzione della Stasi vi erano sicuramente gli intellettuali, soprattutto se le loro idee non erano allineate a quelle di Stato. I protagonisti di questo film sono proprio il sorvegliato, l’autore teatrale Dreyer, ed il suo sorvegliante, l’agente Gerd Wiesler: le vicende della storia, nella quale svolgerà un ruolo molto importante la compagna dell’intellettuale, porteranno i due ad un’importante evoluzione, ognuno nel suo ruolo, ma vi consentiranno anche di scoprire i metodi di spionaggio utilizzati dalla polizia segreta e le loro conseguenze nella società.

  • Sonnenallee, 1999

Se nel film precedente la “vita ad est” è stata descritta attraverso le tinte più buie e drammatiche, questo film lo farà con un tono estremamente più leggero ed ironico. Racconta la storia della Sonnenallee, una strada di Berlino divisa dal muro, la cui metà più grande si trova ad ovest, mentre la più piccola ad est… ed è proprio lì che chiaramente abita Micha, il protagonista. Il film illustra la sua vita, ci presenta la sua famiglia, i suoi amici, ma anche il modo di vivere nella DDR, la musica che vi si ascolta, il cibo, la scuola e l’educazione, perfino l’amore ad est è diverso… il tutto accompagnato dalle vostre risate, a cui faranno seguito però le riflessioni generate dalle contraddizioni, dalla durezza e rigidità dello Stato.

  • Good bye Lenin, 2003

Passano gli anni e finalmente nel 1989 il Muro cade e…. comincia una nuova storia per la città e soprattutto per gli Ossie, gli abitanti di Berlino est, che all’improvviso si ritrovano catapultati in un mondo in cui non riconoscono più nulla, nemmeno i cetriolini sottaceto al supermercato! Questo film racconta con grande ironia ed in modo tragicomico la cosiddetta Wende, il momento in cui Berlino torna ad essere una. La storia è quella di Alex e della sua famiglia, in particolare di sua madre, colpita da un’emorragia celebrale proprio alla vigilia della caduta del Muro e risvegliatasi quando ormai la Germania est, di cui lei fervente socialista era stata grande sostenitrice, non esiste più. Per evitarle ulteriori shock emotivi, il figlio le costruirà letteralmente attorno una Berlino est in miniatura, arrivando addirittura a registrare dei notiziari fasulli in perfetto stile “Lenin”…

Per il quarto titolo non posso darvi la mia personale recensione, non avendolo ancora visto. Non posso però escluderlo da questa #todolist, in quanto ampiamente considerato un vero e proprio capolavoro: Il cielo sopra Berlino di Wim Wenders racconta le ferite di una città divisa ed ancora provata dalla guerra, i protagonisti del racconto sono angeli che volano sopra la città e ci conducono alla scoperta degli abitanti e delle loro storie.

IL MURO DI BERLINO: LIBRI

Voglio suggerirvi due titoli, ognuno per una delle due Berlino…

  • C’era una volta la DDR, Anna Funder

Sono moltissimi i testi che raccontano con tono più o meno romanzato la vita a Berlino est, potrete trovare moltissimi titoli senza grosse difficoltà. Il libro che deliberatamente vi propongo però affronta il tema da un punto di vista ben diverso: è un romanzo sì, ma anche un saggio, una sorta di inchiesta che mette a nudo gran parte dell’attività di spionaggio condotta negli anni dalla Stasi e dai suoi moltissimi informatori. Alla caduta del Muro, infatti, la gran parte degli archivi della polizia segreta è diventata accessibile, scoperchiando “vasi di Pandora” dal contenuto sorprendente.
Non solo raccolta di informazioni e controllo, ma anche arresti, detenzioni nelle carceri di stato, torture psicologiche e fisiche: la Stasi ha stravolto la vita di gran parte degli abitanti della Germania est e in questo libro troverete molte testimonianze e racconti di protagonisti e diretti interessati.

  • Noi ragazzi dello zoo di Berlino, Kai Hermann und Host Rieck

Forse è più noto il film tratto da questo romanzo, ma io trovo che molto spesso il senso più profondo di una storia si nasconda tra le parole scelte dall’autore per raccontarla, senza l’esplicita forza delle immagini, ma con il solo potere evocativo della scrittura. Ecco perché vi consiglio il libro scritto da Kai Hermann e Host Rieck, due giornalisti che attraverso il racconto della vita di Christiane F. intendono svelare i lati oscuri della vita dei giovani a Berlino ovest… come per dire, non è tutto oro ciò che luccica e la disgrazia non può stare solo da una parte del Muro!
La storia della protagonista è quella di un’adolescente che cade nella trappola distruttiva della dipendenza da eroina alla fine degli anni ’70 in una società spesso nascosta dietro la patina della cultura pop e del consumismo, il tutto raccontato con tratti crudi e drammatici che svelano i lati più oscuri della “vita ad ovest”.

Anche per quanto riguarda la lettura vi consiglio un ulteriore titolo che non ho ancora potuto approfondire, ma sul quale ho sentito molte recensioni positive. Si torna ad est, raccontando una storia d’amore resa impossibile dalla costruzione del Muro: Il cielo diviso di Christa Wolf ci racconta il dramma delle famiglie, degli amori e dei legami di ogni tipo separati in modo crudele e violento dalle due Berlino…

 


Le immagini sono state tratte da internet e pertanto considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email, saranno immediatamente rimosse.

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

4 thoughts on “Il Muro di Berlino: cosa leggere e guardare

  1. Bellissimo post, sempre utile avere dei sugerimenti letterari e cinematografici (aspetto quelli musicali …) dei posti visitati o che si visiteranno … il libro della Funder, che sto leggendo in questi giorni, è decisamente il miglior suggerimento per entrare nel clima “freddo” dell’oltre cortina di ferro … Mi hai messo gran voglia di vedere Sonnenallee, ma scopro che non esiste una versione in italiano … peccato!

    Mi piace

    1. Ho visto dal tuo blog che stai leggendo il libro della Funder, a me era piaciuto moltissimo per l’ottimo equilibrio tra saggio e romanzo!
      Davvero non esiste una versione in italiano di Sonnenallee?! In effetti io lo vidi in tedesco e mi aveva colpito moltissimo, forse anche per quello!!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...