Non solo sushi…

Beh, ormai sapete che chi vi scrive è tendenzialmente una persona estremamente golosa… ma anche curiosa ed interessata a scoprire un Paese ed un popolo attraverso la propria cucina.
Di conseguenza, in ogni nostro viaggio una certa importanza è destinata proprio all’avventurarsi tra piatti tipici e specialità locali. Nel caso del Giappone, poi, è stata davvero un’esperienza indimenticabile…
Parto subito col dire che Giappone non vuol dire solo sushi, ma se anche così fosse stato, io e Andrea che siamo grandi amanti del genere, non ce ne saremmo per nulla dispiaciuti… I Giapponesi non mangiano solo pesce crudo e riso, o meglio, di riso ne mangiano davvero molto, ma accompagnato a di tutto e di più!

Ecco, allora, 5 alternative al sushi che non potete proprio non potete farvi sfuggire se volete assaggiare la vera cucina giapponese…

  • il ramen

    Forse il vero protagonista della dieta di un Giapponese! E una vera icona… avete presente quei locali minuscoli, dove lo spazio è limitato ad un bancone con una decina di posti a sedere, vapore che si alza dalle scodelle incandescenti e come sottofondo il tipico “risucchio”?!
    Ecco, quello è proprio il posto migliore per assaporare un autentico ramen. Si tratta di un piatto di origine cinese, importato così tanto tempo fa che ormai è considerato una delle pietre miliare della cucina giapponese: in pochissime parole si può definire come degli “spaghetti in brodo” arricchiti con condimenti che possono variare a seconda dei gusti e della tradizione locale.
    Sì, perché esistono tanti ramen diversi tante sono le regioni e le città del GIappone.
    Il vero punto forte di un ottimo pasto è racchiuso nel brodo: lo potrete trovare nella versione basilare, lo shio, condito semplicemente con del sale oppure nelle versioni ancora più saporite come lo shoyu a base di salsa di soia, quella a base di miso, ovvero salsa di soia fermentata, o il tonkotsu ottenuto dopo aver fatto bollire le ossa di maiale.
    Poi ci sono gli “spaghetti” o meglio i noodles che possono essere anch’essi di diverso tipo, serviti già nel brodo oppure a parte per far sì che non si scuociano…
    Parlando di condimenti, sicuramente nella scodella fumante vi troverete delle fettine di carne, spesso maiale, un uovo con il tuorlo ancora morbido, il cipollotto e poi spazio alle variazioni regionali: funghi, alga nori, salsa piccante e così via…
    Vi assicuro che questa è stata una vera e propria rivelazione per noi, saranno state anche le temperature ma ci è sempre piaciuto moltissimo anche perché non ci siamo trovati di fronte a dei sapori completamente astrusi o sconosciuti… anzi, sembrava di assaporare un autentico comfort food di casa! Ed infatti, una volta tornati, abbiamo subito provato a riproporlo… con buoni risultati direi!
    Chiaramente l’abbiamo mangiato più di una volta e mi sento di consigliarvi due indirizzi dove non potrete uscire insoddisfatti:
    Ichiran è una catena con più di un punto vendita a Tokyo dove ordinerete il vostro ramen direttamente ad un macchinetta automatica ed avrete la possibilità di personalizzarlo completamente!
    Ippudo è un’altra catena con molti ristoranti in tutto il Giappone, Tokyo e Kyoto compresi, dove assaggerete delle ottime variazioni sul tema in un ambiente molto giovane e carino.

  • TEMPURA E TENDON

    OK, lo so che la tempura è già arrivata anche da noi e potrebbe suonarvi poco innovativa… ma la vera sorpresa è il tendon, ovvero una tempura leggeremente bagnata con una salsina a base di soia e servita sopra una porzione di riso: in pratica un pranzo completo da leccarsi i baffi!
    Innanzitutto va detto che una buona tempura, ovvero una frittura di verdura e pesce, si distinguerà per una leggerezza estrema sia nel sapore del fritto che nella pastella stessa, sottile e croccante. E già qui le differenze sono molte rispetto ai piatti che vengono serviti in molti dei ristoranti giapponesi qui in Italia…
    Nella maggior parte dei casi vi troverete nel piatto sia della verdura, come zucca, melanzana, carota, il frutto del loto e una foglia di shiso, che del pesce, soprattutto gamberi ma anche piccoli filetti. Il tutto va quindi immerso nella salsa di soia e poi gustato quando è ancora ben caldo.
    Nel caso scegliate il tendon potrete completare il pasto con una bella porzione di riso che mano a mano che mangerete si condirà con la salsa della vostra tempura… ah, ricordate che in questo caso non serve che immergiate verdura e pesce nuovamente nella salsa di soia! I Giapponesi ci tengono molto alle procedure precise e corrette!!
    Per una tempura ed un tendon davvero da ricordare vi consiglio Daikokuya ad Asakusa, Tokyo. Ci sarà un po’ di coda da fare, ma l’atmosfera autentica e l’ottimo pasto vi ricompenseranno.
    Noi abbiamo mangiato un ottimo tendon anche a Kyoto, in un piccolissimo ristorante nel mercato di Nishiki dove siamo tornati ben due volte perché ci ha proprio convinti!!

  • okonomiyaki

    Avete presente le “frittatine” che cucinava il papà di Licia in Kiss me Licia?!?! Eccoli…
    Si tratta di una pastella di base, composta da farina, acqua e cavolo cappuccio a cui può venir aggiunta la qualunque di ingredienti e condimenti diversi a seconda della zona, dei gusti e della tradizione  e poi cotta su una piastra formando una sorta di frittata rotonda e spessa un paio di centimetri. Il tutto alla fine viene “spennellato” con una salsa a base di soia, ma dal sapore abbastanza dolciastro e decorato con il katsuobushi, ovvero scaglie sottilissime di filetti si tonnetto essicato, fermentato ed affumicato.
    Tenete a mente che okonomi vuol dire “quello che vuoi” e questo giustifica il fatto che potrete trovare varianti molto diverse dello stesso piatto: dalle versioni a base di pesce, piuttosto che carne, o entrambi… a Hiroshima, invece, lo fanno aggiungendo all’impasto spaghetti di sobaudon.
    Noi l’abbiamo mangiato a Kyoto in un ristorante dove la griglia su cui vengono cotti gli okonomiyaki è a vista e alcuni fortunati, come noi, possono sedersi al bancone che corre proprio attorno alla postazione di cucina!! Le nostre “frittatine” contenevano sia gamberetti che bacon, oltre a zenzero rosso e cavolo cappuccio ed una ricca dose di salsa e scaglie di pesce che con il calore cominceranno a vibrare sembrando vive!!
    Il mio parere?! Beh, non è un piatto semplicissimo… innanzitutto è molto nutriente e dopo circa metà già vi sembrerà di scoppiare, ma soprattutto se non siete abituati al sapore dolciastro della salsa vi stancherà un po’!

  • STREET-FOOD

    Alla vigilia della partenza non mi sarei mai immaginata di quanto street food sia possibile trovare in Giappone!! Ne vanno letteralmente matti e soprattutto nelle zone più dense di turisti ogni piccolo negozietto o bancarella avrà da proporvi una scelta enorme di vero e proprio cibo da strada… ma attenzione, per il Giapponesi mangiare mentre si cammina è maleducato, per cui procuratevi uno spazietto un po’ in disparte in cui sostare mentre mangiate il vostro street food e poi armatevi di un sacchettino di plastica per la vostra spazzatura perché in Giappone i cestini lungo le strade sono più rari dell’oro!
    Cosa mangiare? Beh, come dicevo la scelta è ampia e immagino possa essere variare con le stagioni e e le ricorrenze. Nel periodo di Capodanno i parchi attorno ai santuari shintoisti si riempiono di chioschi che vendono ogni tipo di street food, dagli spiedini di qualunque cosa, pesce cotto sulla brace, le tipiche takoyaki, ovvero polpette perfettamente sferiche a base di pastella e polpo e poi completate dalla stessa salsa dell’okonomiyaki, fino ai dolci come mele e fragole caramellate o banane glassate con il cioccolato.
    Un ottimo posto per sbizzarrirvi con lo street food è il quartiere del mercato del pesce di Tsukiji, dove sarete letteralmente invasi da piccoli negozi e bancarelle pronti a proporvi tantissimi assaggi a pochi yen!
    Oltre ai tipici yakitori, gli spiedini di pollo alla griglia che sono diventati ormai così conosciuti e apprezzati da essere a tutti gli effetti un cibo da ristorante e per i quali vi consiglio una stradina molto caratteristica a ShinjukuOmoide Yokocho, dove si susseguono senza sosta proprio i tipici locali e venditori di questa specialità… oltre a questi vi consiglio il nikuman, una sorta di panino cotto al vapore ripieno per lo più di carne: all’apparenza non invoglia molto, ma vi assicuro che è ottimo per uno spuntino molto japan style!

  • CUCINA TRADIZIONALE

    Ed ecco che qui si apre un capitolo a dir poco immenso… non voglio farvi un elenco di tutti quei piatti che fanno parte della cucina più tradizionale del paese, anche perché sembra essere così vasta da non avere confini!
    Voglio solo stuzzicarvi l’idea di includere nella vostra esperienza culinaria giapponese un pasto tipico, composto da tutta una serie di piccoli piattini o scodelline che in poco tempo riempiranno il vostro tavolo senza lasciarvi nessun altro spazio! Noi l’abbiamo fatto in corrispondenza del soggiorno in un ryokan, l’albergo tradizionale giapponese, dove oltre alla cena abbiamo consumato anche una colazione in pieno stile autentico…
    Preparatevi, i gusti in questo caso sono un po’ più decisi e vi ritroverete a mangiare cosine molto colorate e carine, ma delle quali ignorate completamente tutto! Con la cena ce la siamo cavata molto bene, per la colazione la sfida è stata un po’ più impegnativa, ma il mio consiglio è quello di buttarvi assolutamente!!

 

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...