EnoTurismo: 3 cantine nelle Langhe

Langhe fa rima con vino.
Credo sia impensabile programmare un viaggio in questa regione d’Italia senza prendere in considerazione la forte vocazione enogastronomica che la contraddistingue: sembra che tra le sue innumerevoli colline siano racchiuse, come all’interno di uno scrigno, alcune tra le migliori eccellenze italiane in ambito food&drink!
Ed il vino è sicuramente una delle prime associazioni che balzano alla mente; solo in questo relativamente piccolo territorio hanno origine, infatti, ben 14 denominazioni di vini, alcuni Doc e altri Docg: Barolo, Barbaresco, Roero, Dogliani, Barbera d’Alba, Nebbiolo d’Alba, Dolcetto d’Alba, Dolcetto di Diano, Dolcetto di Dogliani, Dolcetto delle Langhe Monregalesi, Langhe, Verduno Pelaverga.

Se state programmando, quindi, un viaggio in questa zona è necessario comprendere alcune visite nelle cantine produttrici, che in molti casi si rivelano imperdibili anche grazie a strutture architettoniche e contesti paesaggistici di rilievo.
Dopo avervi suggerito un itinerario per un mini-tour delle Langhe, non potevo darvi qualche informazione in più su almeno 3 cantine che vi consiglio assolutamente di non perdervi…

CANTINA DEL GLICINE, Neive

Questa cantina si trova nel pieno centro del piccolo borgo di Neive, uno dei tre comuni in cui si coltivano le uve di Nebbiolo utilizzate per la produzione del Barbaresco Docg (Barbaresco, Neive e Treiso).
La struttura risale al 1582 e questo la rende la cantina più antica tuttora in attività al mondo. La cantina si sviluppa al di sotto della casa e del giardino attraverso delle gallerie con soffitto a volte in mattoni pieni e pavimento in pietra, dove vengono accolte le botti per la produzione del vino: è proprio in questi ambienti che si crea il clima fresco e della giusta umidità che garantisce l’ottimo prodotto finale.
La visita alla cantina avviene in compagnia di una delle proprietarie dell’azienda -azzarderei a grande predominanza femminile!-, che oltre a trasmettere alcune informazioni più tecniche riesce soprattutto a dimostrare la passione che anima questo lavoro!
All’uscita vi aspetta una degustazione dei vini e dei distillati di produzione propria, accompagnati da alcuni formaggi locali e dalle superbe nocciole Tonde e Gentili delle Langhe… e soprattutto dalle spiegazioni che renderanno l’assaggio più comprensibile anche a chi non è un esperto in materia.
L’atmosfera della visita e della successiva degustazione è estremamente cordiale e rilassato… assaggerete i vini in quella che sembra a tutti gli effetti la taverna di casa!!

cantina del glicine – via giulio cesare, 1 – 12052 neive
per info tel: 017367215 mail: info@cantinadelglicine.com
la visita e la degustazione sono gratuite, meglio avvisare in anticipo (chiusura il martedì, mercoledì e giovedì)

FONTANAFREDDA, SERRALUNGA D’ALBA

Quella di Fontanafredda non è solo la storia di una cantina vinicola, ma un pezzo importante della storia di questo territorio. Prima che il suo terreno, pari a circa 54 ettari, venisse acquistato da Vittorio Emanuele II come regalo alla futura seconda moglie Rosa Vercellana, qui si estendeva un bosco ideale per le battute di caccia tanto amate dal sovrano.
Fu il figlio, Emanuele Guerrieri Conte di Mirafiore, ad intuire attorno al 1878 il potenziale del vino e della sua produzione, decidendo di convertire tutto il terreno alla coltivazione della vite e dando così il via alla lunghissima tradizione di questa cantina, che dopo alcuni passaggi di proprietà oggi è giunta nelle mani di Oscar Farinetti, patron di Eataly.
Così dopo quasi 140 anni a Fontanafreda è sorto un piccolo “impero del vino” con cantine immense, un ristorante stellato all’interno della villa reale, una foresteria per l’accoglienza dei visitatori e a breve un albergo, il borgo dove possono abitare i dipendenti, uno shop con bistrot annesso e l’ultimo pezzettino di bosco rimasto, soprannominato il “bosco dei pensieri”.
La visita è possibile quasi ogni giorno dell’anno accompagnati da una guida che vi condurrà all’interno delle cantine storiche, raccontando oltre alle vicende passate anche quello che Fontanafredda rappresenta oggi con una produzione di vini davvero importante, resa possibile sia dai vigneti di proprietà che dalla collaborazione con oltre 400 piccoli produttori locali.
Al termine del percorso sarà possibile degustare uno o tre bicchieri di vino, anche in questo caso raccontati e spiegati in modo preciso e puntuale.

FONTANAFREDDA – via ALBA, 15 – 12050 SERRALUNGA D’ALBA
per info tel: 0173626448 mail: villacontessarosa@fontanafredda.it
le visite si svolgono tutti i giorni (indicativamente orari 10,00 – 11,30 – 15,30 – 17,00); la degustazione di 3 vini È compresa nel costo di 20,00€ a persona

BORGOGNO, BAROLO

Il re indiscusso dei vini di questo territorio è il Barolo Docg, e dove provarlo se non nella sua culla naturale, il borgo di Barolo appunto! E in pieno centro sorge una delle cantine con la tradizione più lunga dell’intera Langa: la produzione vinicola Borgogno risale, infatti, al 1761 e da allora rappresenta una delle più importanti etichette in tutta Italia e ben oltre.
Sorgendo proprio nel cuore del paese di Barolo, questa cantina ha da sempre mantenuto delle dimensioni contenute, che hanno sì impedito un’espansione simile a quella di Fontanafredda, ma ha  anche preservato il fascino del legame con il borgo e stimolato alla ricerca di soluzioni ingegnose per risparmiare spazio a favore della produzione. Scendendo di qualche piano, la visita inizia dai locali destinati alla fermentazione per poi seguire tutto il processo fino all’imbottigliamento “ai piani alti”.
Nel rispetto della tradizione e della sostenibilità, la produzione Borgogno, che per lo più sfrutta i terreni di proprietà situati sulle colline adiacenti a Barolo, rispetta i criteri SlowFood ed ha anche ottenuto la certificazione di vino biologico, dimostrandosi assolutamente al passo con i tempi.
La ciliegina sulla torta sarà poi la degustazione finale di due calici di Barolo, di cui uno con almeno 10 anni di invecchiamento, grazie ai quali sarà possibile cominciare ad entrare nel magnifico mondo di questi vini eccelsi… e non dimenticate la magnifica terrazza sulla copertura dalla quale la vista sul borgo e sulle colline è davvero mozzafiato!

CANTINA BORGOGNO – via V. GIOBERTI, 1 – 12060 BAROLO
per info tel: 017356108 mail: info@borgogno.com
le visite si svolgono tutti i giorni (per gli orari contattare direttamente la cantina); i costi variano a seconda della formula scelta: visita 10,00€ a persona – visita e degustazione di un calice di barolo giovane 15,00€ a persona – visita e degustazione di un calice di Barolo giovane e un calice di Barolo con almeno 10 anni di riserva 20,00€ a persona

 

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...