Roma

#to do list: cosa fare durante il primo viaggio a Roma

LISTA SEMISERIA DI 5 COSE DA FARE ASSOLUTAMENTE DURANTE il vostro primo viaggio a roma!

Roma?!… una delle città più belle al mondo!
Se lo chiedessimo a un qualsiasi non-italiano la risposta sarebbe sicuramente questa: Roma è sinonimo di infinite emozioni, immagini, sapori che all’estero richiamano immediatamente l’attenzione.
E per noi italiani è sempre così? Ho sentito dire molto spesso che c’è sempre tempo per vederla, prima è meglio dare spazio a mete ben più esotiche e magari di moda in questo momento. Beh, io credo che Roma sia davvero una meraviglia, indubbiamente uno dei posti più belli al mondo.

Certo, dire Roma è dire tutto e dire niente…è talmente immensa e sono così tante le cose da vedere e da fare che non basterebbe nemmeno un mese di viaggio per apprezzarne almeno la metà. Figuriamoci in occasione della prima volta nella capitale… clacson ovunque, orde di turisti, infinità di musei e siti archeologici, luoghi sacri e vita notturna, da dove iniziare?!

Ecco una lista di alcune esperienze che secondo me non possono proprio mancare durante il vostro primo viaggio a Roma, con il sorriso sulle labbra!

TO DO LIST

  • UNA PASSEGGIATA TRA “le pietre”

Una delle esperienze che ritengo imprescindibile durante il primo viaggio a Roma è sicuramente la visita di uno dei tanti siti archeologici che affollano il centro di questa città… Qualcuno le chiama, snobbandole un po’, “le pietre” ed in effetti questo sono, ma quanta storia che hanno visto passare?!
Le occasioni a Roma sono moltissime, a partire dai più noti e visitati siti come il Colosseo o i Fori Imperiali, ma se volete provare un’esperienza meno affollata ed ugualmente autentica vi consiglio la visita al Foro Romano e al Colle Palatino.
Si trovano a pochi passi dall’Arco di Costantino, proprio davanti al Colosseo, e la vastità di questo sito archeologico, per buona parte immerso nel verde del colle, vi garantiranno un paio d’ore immersi nella storia e soprattutto nel luogo, il Palatino appunto,  in cui nacquero Romolo e Remo, fondatori della città di Roma. Scendendo poi nel Foro Romano, situato nella valle compresa tra i colli Palatino e Campidoglio, potrete camminare tra i resti dei più antichi e monumentali dell’epoca romana.
E se tutto questo non vi bastasse, sappiate che esiste la possibilità di fare un biglietto di ingresso unico che comprende oltre a questi due siti archeologici anche l’ingresso al Colosseo! Potrete comprare l’ingresso e prenotare la visita direttamente online e farvi convalidare il ticket alla cassa del Palatino, dove le code sono decisamente più contenute… in questo modo entrerete poi al Colosseo saltando tutta la fila di turisti in attesa!! 😉

  • orienteering nella dolce vita

Una delle cose che amo di più fare ogni qualvolta torni a Roma è concedermi una lunga passeggiata nei quartieri simbolo della Dolce Vita, lasciandomi trasportare tra una vietta e l’altra, scoprendo angolini sempre estremamente chic e affacciandomi estasiata sulle meravigliose fontane che caratterizzano il centro di Roma!
Le indicazioni sono davvero poche: considerate la porzione di città compresa tra Via Vittorio Veneto, il Quirinale, Piazza Navona e Piazza del Popolo e letteralmente perdetevi, senza mappe o Googlemaps, alla scoperta di questo autentico gioiello! Troverete concentrati qui alcuni dei monumenti più noti della storia di Roma, dalla sobria maestosità del Pantheon al candido splendore barocco di Fontana di Trevi, dalla monumentalità delle piazze come Piazza Navona, Piazza di Spagna con la meravigliosa scalinata di Trinità dei Monti e Piazza del Popolo, fino all’atmosfera bohemien delle principali strade che attraversano il quartiere, via Condotti, via del Corso, via del Babuino e via Margutta
Potrei andare avanti per ore ad elencarvi la quantità di tesori contenuti in questo angolo di città e probabilmente alla fine avrei ancora dimenticato qualcosa! Proprio per questo, prendetevi il vostro tempo per esplorare con tutta calma, magari fermandovi anche in alcuni dei locali estremamente carini che riempiono soprattutto le vie secondarie, dove l’atmosfera sembra davvero essersi fermata alla Dolce Vita anni’60!
Sicuramente un’esperienza imperdibile durante il vostro primo viaggio a Roma…

  • la vostra prima “cacio e pepe”

A mio modesto parere, passare per Roma senza assaggiare uno dei piatti simbolo della sua cucina, la “cacio e pepe” appunto, è un peccato imperdonabile!!
La cucina romana è a dir poco ricca di piatti tipici da leccarsi i baffi, vedi la pasta alla carbonara, alla gricia o all’amatriciana e molti secondi come la cosa alla vaccinara, l’abbacchio, i carciofi e via così per ore… ma per me una pastasciutta “cacio e pepe” rimane il top!
Sarà che non ne avevo mai sentito parlare fino al mio primo viaggio a Roma, ma è stato amore a prima vista con questo piatto estremamente saporito e gustoso, quanto semplice… anzi basilare direi. Si tratta di una pasta, formato preferito i tonnarelli -spaghetti belli spessi-, conditi con una crema di pecorino romano -ottenuta solo dallo sciogliersi del formaggio a contatto con il calore ed un po’ di acqua di cottura- e una generosa spolverata di pepe nero, magari con qualche grano frantumato grossolanamente… una vera e propria libidine!
Soprattutto consideratela come una esperienza davvero autentica qui a Roma, dove questo è considerato uno dei piatti più popolari.


Dove assaggiarla?!
Anche in questo caso vi indirizzerò in due quartieri caratteristici per la loro atmosfera tipicamente romana. Innanzitutto Trastevere, quartiere popolare appena oltre il Tevere e poco più a sud di San Pietro: già di per sé questa zona merita la vostra attenzione, soprattutto la sera quando le luci artificiali colorano di tinte calde gli edifici storici e da tutti i locali e ristoranti si riversa il vociare dei clienti. Godetevi una bella passeggiata tra le sue viette e poi scegliete uno dei tantissimi ristoranti tipici e ricordate, più sono nascosti e dall’aria trasandata, più sapranno colpirvi con una cucina stratosferica!
Io vi consiglio l’Osteria da Zi’ Umberto e la ultra tipica Osteria da Lucia… ottimi entrambi!
L’altro quartiere dove gustare la cucina tradizionale romana è il Ghetto ebraico, proprio alle spalle del Teatro di Marcello, dove hanno avuto origine molti dei piatti tipici di Roma, come i carciofi alla giudia. Alla Taverna degli Amici io ho mangiato la cacio e pepe migliore della mia vita, cremosa come nessun’altra…

  • una corsetta a villa borghese

Non c’è niente di più romano di una domenica mattina trascorsa nella piacevole ombra del parco di Villa Borghese, meraviglioso polmone verde proprio nel centro della città!
Siete a due passi da Piazza del Popolo e Trinità dei Monti, ma l’atmosfera è quella di un giardino fresco ed accogliente dove poter fare un’infinità di cose, dallo sport alla cultura. Innanzitutto non rinunciate ad un po’ di jogging tra i vialetti del parco o anche solo ad una bella passeggiata, che non può non concludersi sulla Terrazza del Pincio da dove la vista sulla sottostante Piazza del Popolo e appena oltre il Cupolone è da cartolina! Per gli appassionati, proprio nel mezzo del parco si trova Piazza di Siena, dove ogni anno si svolge un concorso ippico di grande importanza; poco oltre troverete anche il Bioparco di Roma, attrazione imperdibile per i bambini.
Non tralasciate la cultura, però… all’interno del parco si trovano numerosi musei, ma il mio consiglio è quello di visitare la Galleria Borghese, dove troverete alcune delle più belle sculture di Bernini!

  • bernini vs borromini

Mettiamo un po’ di pepe a questo primo viaggio a Roma… non c’è niente di meglio di una bella rivalità tra i due più grandi scultori dell’epoca barocca, che hanno regalato alla città molti dei più importanti monumenti artistici. Parlo ovviamente di Bernini e Borromini, due geni dell’arte che oltre a condividere lo stesso periodo storico e lo stesso immenso talento non avevano proprio nulla in comune: uno, Gian Lorenzo Bernini, brillante e sicuro di sé, l’altro, Francesco Borromini, schivo e tormentato… avrebbero mai potuto essere amici?!
Le tracce di questa rivalità costellano l’intera città di Roma, non ci credete?
Beh, l’appuntamento è a Piazza Navona dove in un solo colpo d’occhio godrete di due opere di entrambi gli artisti: su uno dei lati lunghi della piazza, proprio nel mezzo, riconoscerete dall’andamento movimentato e ondulato la facciata della chiesa di Sant’Agnese in Agone, opera di Borromini. Al centro della piazza troneggia, invece, la celebre Fontana dei Quattro Fiumi, realizzata da Bernini: una delle quattro statue che rappresentano i maggiori fiumi della terra, il Gange, rivolge uno sguardo spaventato ed inorridito proprio nella direzione della chiesa…
Di tutta risposta, la statua di Sant’Agnese che si trova sulla facciata di Borromini a sua volta sembra voltare il volto e porta la mano al petto in segno di disgusto per l’opera del rivale!
Leggende probabilmente, ma la rivalità c’è stata tutta!
Ora tocca a voi il giudizio, da che parte state?
Per aiutarvi nella scelta non fermatevi qui: tra le opere più significative di Borromini vi consiglio sicuramente la chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza, manifesto della sua opera architettonica, mentre per quanto riguarda Bernini avrete l’imbarazzo della scelta tra sculture, fontane ed edifici vari… la mia preferita rimarrà il gruppo scultoreo del “Ratto di Proserpina” alla Galleria Borghese!

Annunci

Published by

Mariagiulia Bertali

Chi sono?! In realtà Mariagiulia, tutto attaccato (!), ma per semplicità e velocità Mery. 26 anni, laureata in architettura…Architetto in progress! Soprattutto, però, CURIOSA e APPASSIONATA di tutto quello che succede al di là del “paesello”.

2 thoughts on “#to do list: cosa fare durante il primo viaggio a Roma

  1. Ho letto l’inizio del tuo articolo e mi sono sentita in colpa hahaha Mai stata a Roma, se non in gita scolastica in 5 elementare, ma in compenso conosco bene gli States ahah. Mi vergogno ogni volta qualche americano mi dice ” sono stato a Roma, e tu?”. Appena rientro in Italia sarà tappa obbligatoria!
    Milena

    Mi piace

    1. In colpa no, dai… semplicemente Roma ha così tanto da offrire a chiunque e a qualunque età che è un peccato continuare a rimandare!
      Ammetto che è una delle mie città preferite e che quindi sono un po’ di parte, ma appena puoi facci un salto!
      A presto

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...